Questo vento scuce le ultime parole, e nemmeno stanotte riesco a dormire, ci credi?

Mi sento come catapultata in una terra straniera, aspiro l’aria rarefatta ed esplodo in tanti piccoli vuoti, mi senti?

sono tornata. in una pazza anatomia depressiva.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: