..don’t call me baby

settembre 23, 2008

Ho calpestato con i miei passi

il rumore dell’aria, vecchia, come la stagione appena trascorsa.

Sono finalmente tornata, in un’ombrosa remissione al sonno.

Stasera sono un pezzo della mia matrioska sparsa

che non trova il suo sopra e il suo sotto l’ha perso tempo fa.

e a mezzo busto osserva, in un sorriso di legno, mai stato più finto.

Trovo la risposta al mio punto di domanda, fisso, come un chiodo

al quale si appendono le ali.

Spaccarsi come un mezzogiorno, spaccarsi da dentro,

per una semplice scissione dell’essere: da una parte la parola

si disperde, dall’altra vi è un’esplosione di gesti.

Ed è lontana memoria ormai, quel parlare straziante,

senza emettere suono.

La notte si ferma immobile, a passeggio.

Mi sono ritrovata, finalmente.

in un’esplosione silenziosa.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: